Igiene orale dei bambini: come educarli sin da piccoli

Igiene orale dei bambini: come educarli sin da piccoli

Per mantenere una salute ottimale del sorriso per tutta la vita, la cura meticolosa del cavo orale deve iniziare fin da piccoli.

Ma ogni genitore sa bene che non è facile abituare i bambini ai primi anni di vita a svolgere un’attenta pulizia dopo ogni pasto e all’appuntamento con il dentista.
Per questo motivo oggi vi parleremo delle migliori abitudini e dei piccoli gesti che è indispensabile porre in essere per gettare le basi di una solida salute della bocca.

L’igiene orale nei neonati e nei bambini più piccoli

Ogni genitore deve sapere che la responsabilità della salute dei denti del proprio bambino è tutta sua. Questo perché è un percorso che inizia molto presto, addirittura nei primi mesi di vita, fin dalla loro comparsa, quando il bambino non è in grado di comprendere o attuare pratiche quotidiane.

Inizialmente si potrà passare sui dentini una garza inumidita per poi, un po’ alla volta, cominciare a utilizzare lo spazzolino.
I primi tempi il bambino potrebbe manifestare fastidio, ma non ci si deve abbattere poiché è fondamentale far diventare questi gesti una normale consuetudine.

Superato il periodo neonatale, in cui il bambino non può autonomamente provvedere da solo alla salute della propria bocca, segue il periodo in cui dovrebbe iniziare a gestire in maniera più autonoma l’attività.
Per riuscire a conquistare il vostro bambino, si potrebbe iniziare l’educazione all’igiene orale come fosse una sorta di gioco, anziché una seccante operazione da praticare dopo aver mangiato.
In questo modo il bambino sarà molto più propenso a prendere confidenza con spazzolino e dentifricio.
È essenziale adoperare lo spazzolino giusto, con setole non eccessivamente dure. Un modo semplice per orientarsi nella scelta è quello di leggere le indicazioni e prediligere quello corrispondente all’età di vostro figlio.
Un altro aspetto importantissimo è quello di ricordarsi di cambiare lo spazzolino con frequenza. Per quanto concerne il dentifricio si può iniziare a usare a partire dai 18/24 mesi (considerando che a partire da quest’età il bimbo riesce a sciacquare la bocca senza problemi) e pure questo deve essere scelto attentamente. Difatti è importante controllare bene le indicazioni, in modo tale da comprare quello adatto all’età infantile.

Un altro aspetto a cui prestare particolare attenzione è quello dell’alimentazione.
La prima cosa che da evitare è proprio quella inerente i fuori pasto specialmente prima di coricarsi, costituiti spesso da cibi dolci.
In qualsiasi caso è comunque fondamentale lavare perfettamente i denti prima di dormire e dopo ogni pasto.

Il primo appuntamento dal dentista

Una buona igiene orale comprende ovviamente un regolare controllo da parte dello specialista, non soltanto per effettuare una visita generica, ma soprattutto per far prendere confidenza con lo studio del dentista e con l’abitudine di curare i denti.
Il compito del genitore è quello di riuscire a preparare nel migliore dei modi il figlio, per farlo giungere alla visita con grande tranquillità e senza alcuna paura. Il bimbo dovrà capire che il dottore in questione è bravo e che non gli farà sentire alcun male. Inoltre dovrà avere la consapevolezza che dopo avrà i dentini ancora più belli e luminosi.
Nonostante la preparazione anticipata, il bambino che giunge all’appuntamento presso lo studio dentistico potrebbe manifestare ugualmente un senso di agitazione.
In tal caso, l’esperienza di un professionista esperto e abituato ad interagire con i bambini sarà sicuramente la formula per superare senza traumi questa esperienza
Generalmente il primo controllo va fatto verso i 3 anni.

Black Stain: cosa fare in caso di puntini neri sui denti

In alcuni casi e malgrado una corretta pulizia, potrebbero comparire delle macchioline nere diffuse sui denti del proprio bambino. Queste spesso allarmano i genitori che pensano immediatamente si tratti di carie. In realtà di tratta di un fenomeno abbastanza comune specialmente nei bambini. Queste macchioline si definiscono con il nome di Black Stain.
Non sono nocive né per i denti né per le gengive, ma esteticamente un dente pieno di puntini neri non è certo piacevole da vedere!
Si tratta di una problematica semplice da risolvere tramite interventi professionali di igiene dentale, tenendo però presente che le Black Stain potrebbero riformarsi.
Di solito il problema termina nel momento in cui cadono i denti da latte, per dare spazio ai nuovi denti.

Lo studio dentistico Cantoro a Lecce è specializzato in pedodonzia e nella cura dei denti e del cavo orale di bambini e adolescenti. Per prenotare una visita è possibile contattare il numero 328 189 1320.

Leave a Reply

Your email address will not be published.